Il Medagliere

Al Museo Nazionale Romano appartiene l’importante realtà storica e altamente specialistica, del Medagliere, con sede in Palazzo Massimo alle Terme.
Il Medagliere del Museo Nazionale Romano, istituito alla fine dell’Ottocento perché raccogliesse tutti i materiali numismatici provenienti dal territorio di Roma e del Lazio, col tempo ha arricchito le proprie collezioni sino ad arrivare all’odierna consistenza di oltre mezzo milione di pezzi.
Nelle collezioni del Medagliere romano sono conservate monete, medaglie, pesi monetali, tessere, oggetti da conio, gemme, oreficerie e preziose suppellettili.
I materiali numismatici abbracciano un arco cronologico di oltre duemila anni e tra i nuclei più significativi si evidenziano:

  • la raccolta di bronzi fusi dell’Italia antica, già appartenuta al Museo Kircheriano, comprendente anche gran parte del materiale proveniente dal deposito votivo di Vicarello (Bracciano, Roma), tra cui i quattro preziosi e unici Bicchieri in argento con itinerario;
  • la collezione di oltre 20.000 pezzi di età romana e alto-medievale di Francesco Gnecchi, tra cui il cd. “Medaglione di Teodorico”, splendido esempio dell’arte incisoria antica;
  • la straordinaria collezione di Vittorio Emanuele III di Savoia, la più grande raccolta di monete italiane di età medievale e moderna sino ad oggi conosciuta, ammontante ad oltre 100.000 pezzi.

Alle collezioni del Medagliere romano afferiscono anche preziose oreficerie facenti parte di corredi funerari, tra cui quello celeberrimo della bambina di Grottarossa, conservato insieme alla piccola mummia.
Grazie alla sua consistenza e alla rilevanza delle collezioni che custodisce, oggi il Medagliere MNR può essere considerato tra le più importanti e prestigiose strutture del settore a livello internazionale.